Psicologia Giuridico-Forense


La Dott.ssa Fulvianna Furini s
i è specializzata in Psicologia Giuridico Forense conseguendo il titolo di “PSICOLOGA GIURIDICO-FORENSE” mediante il Corso di formazione in Psicologia Giuridico Forense  svolto a Milano e Master di specializzazione  presso l’Istituto Psicopraxis  di Psicoterapia Interazionista di Padova con il Prof. A. Salvini e A. Iudici.

Come Psicologa Giurdica, la Dott.ssa Fulvianna Furini svolge incarichi nei seguenti ambiti :

– Mediazione Familiare extragiudiziaria e giudiziaria

– Separazione conflittuale

– Tutela del minore

– Sostegno alla Genitorialità

– Valutazione delle Competenze Genitoriali

– Valutazione Psicodiagnostica

– Valutazione del Danno psicologico

– Adozioni

– Consulente Tecnico di Parte (CTP) civile e penale

– Mobbing e Bullismo

LO PSICOLOGO FORENSE 

Lo Psicologo Forense, in Italia, per svolgere la sua funzione ,anche di CTU, necessita, oltre alla laurea magistrale in Psicologia e relativa abilitazione professionale da almeno 3 anni, di aver conseguito idonea formazione e aggiornamento in ambito psicologico-giuridico.

La PSICOLOGIA FORENSE è un’area specialistica della Psicologia  che si occupa dei processi psicologici relativi ai diversi aspetti della dimensione giuridico-forense.La psicologia forense gode del contributo di altre discipline, quali il diritto penale e la criminologia, e svolge un ruolo tecnico specialistico nella comprensione dei casi giudiziari, di concerto con altre figure professionali quali magistrati, avvocati e altri consulenti. Come Perito nei procedimenti penali e/o Consulente Tecnico di Parte  del Tribunale nel Civile , lo Psicologo Forense può essere interpellato per valutare se:

  • una persona possiede un livello intellettivo e una salute mentale sufficienti per poter testimoniare;
  • le competenze genitoriali nei casi di separazione e affido
  • la tutela del minore nelle separazioni conflittuali
  • se l’atto criminale che ha commesso può essere conseguenza di una psicopatologia, e/o di uno stato di temporanea o permanente incapacità di intendere e di volere,
  • Adozione
  • l’idoneità di un detenuto allo svolgimento di determinate attività lavorativa in carcere o nell’ambito delle misure alternative;
  • potrà fornire elementi tecnici per aiutare il giudice e/o gli avvocati
Torna in alto